x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

La bellezza Alfa Romeo premiata anche in Svizzera

9 July 2018
a cura della Redazione
La bellezza Alfa Romeo premiata anche in Svizzera
Best in show del "Concorso di eleganza elvetico" è stata una Alfa Romeo 6C Mille Miglia carrozzata
dallo specialista locale Hermann Graber. Ottimo il parterre di iscritti per un evento giovane ma molto promettente

Sotto un sole splendente, si è tenuto a Château de Coppet, a fine giugno, il Concorso di eleganza elvetico, che ha radunato 85 auto divise in 15 classi di merito definite da Adolfo Orsi, presidente di giuria, ed Ed Gilbertson (giudice onorario al Concorso di Pebble Beach.
Due classi erano dedicate al 60° anniversario di due auto, la Aston Martin DB4 e la Ferrari 250 GT Coupe Pininfarina. Altre presenze eccellenti sono state la Hispano Suiza H6B torpedo e una rarissima Ferrari 250 GT carrozzata da Bertone. C’erano anche una Jaguar E-type molto bella e una Lamborghini Countach LP 400 appartenente a Simon Kidston, lo speaker ufficiale del Concorso di Villa d’Este, che è apparsa sui prati verdi della magione come uno splendente UFO viola.
Tutte presenze che hanno dato maggiore lustro al titolo di Best in Show (presentato dal main sponsor, la banca privata Julius Baer) conquistato dalla Alfa Romeo 6C 2300 Mille Miglia del 1939 carrozzata dal famoso specialista svizzero Hermann Graber, che ha catturato gli sguardi di tutti i presenti. Un premio che valorizza sia gli eccezionali contenuti tecnici e stilistici della vettura, sia le condizioni originali dell’automobile, che sono i due pilastri su cui si fonda l’organizzazione dell’intero evento.
La terza edizione del concorso è stata visitata da 2500 spettatori; le automobili iscritte provenivano da Francia, Italia, Gran Bretagna, Svizzera, Belgio, Germania, Principato di Monaco, Stati Uniti e Tailandia.
L’appuntamento per la prossima edizione è già fissato per il fine settimana dal 21 al 23 giugno 2019.

Le vittorie classe per classe
1920-1929, from modernity to design, open cars
Hispano Suiza H6B (1926)
1930-1939, from modernity to design, open cars
Delage D8-120 (1937)
1930-1939, from modernity to design, closed cars
Bugatti Type 57 S Atalante (1937)
Ferrari with front engine, 1947-1964
Ferrari 342 America Pinin Farina (1953)
Ferrari with front engine 1965-1971
Ferrari 365 GTB/4 Daytona (1971)
Swiss Coachworks
Alfa Romeo 6C 2300 BMM (1939)
60th aniversary of the Aston Martin DB4
Aston Martin DB4 series II (1960)
60th anniversary of the Ferrari 250 GT Coupé Pinin Farina
Ferrari 250 GT coupé Pinin Farina (1960)
Sports coupés 1940-1959
Alfa Roméo 6C 2500 super sport Villa d’Este by Touring (1949)
Front engined sport coupés 1960-1975
Jaguar Type-E (car of the 1961 Geneva International Motor Show)
Rear engined sport coupés 1960-1977
Lamborghini LP400 (1977)
Convertible sports cars 1956-1975
Aston Martin DB5 (1964)
Luxury limousines 1949-1960
Rolls-Royce Silver Wraith by H.J. Mulliner (1952)
Futures Classics, Luxury sedans 1969 - 1979
Monteverdi 375/4 by Fissore (1972)
Futures Classiques, Berlines de luxe 1980-1985
Rolls-Royce Silver Spur (1984)

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta