La prova della Ferrari F40 sulla copertina di Automobilismo d’Epoca di Aprile

5 aprile 2017
a cura della Redazione
  • Salva
  • Condividi
  • 1/12
    Leonardo Fioravanti racconta la genesi della supercar del Cavallino. All’interno, la Fiat da GP del 1908, e poi Bizzarrini, Austin Healey e la Lancia Delta Safari. Tutto da leggere!

    Nel 2017 la Ferrari compie 70 anni. Un anniversario importante, come lo sono sempre i compleanni del Cavallino. Non a caso, proprio trent’anni fa fu presentata la F40, l’ultima auto voluta da Enzo Ferrari, in occasione del compleanno numero 40. Era il 1987 e nel firmamento delle auto sportive arrivò una supercar come le amava il Drake, tutta da guidare, senza alcun aiuto elettronico, per cuori forti e piloti capaci. Una macchina a tutta forza, quindi, che però doveva essere anche bella, per questo motivo Ferrari chiese a Leonardo Fioravanti di definirne la linea, e lui lo fece. Come, lo racconta lo stesso Fioravanti nell’articolo di copertina di Automobilismo d’Epoca di Aprile, in edicola a partire da venerdi 7. E la F40 l’abbiamo anche provata.
    Segue un’altra prova di una macchina ben diversa ma altrettanto affascinante: la Fiat S 61 Corsa, vettura Grand Prix restaurata da FCA Heritage: è del 1908 e il suo motore è un 4 cilindri da 10 litri!
    Sempre italiana, ma con tutt’altra storia, è la Bizzarrini 5300 GT Strada: anche perché questo esemplare appartenne al cantante Little Tony e fu protagonista del film “Cuore matto”; ora è stata salvata dalla rottamazione (sembra incredibile, ma è così!) da un appassionato campano, che ci ha raccontato della volta che andò in Toscana da Giotto a chiedere lumi sul suo esemplare.
    La DKW F12 è invece tutt’altra cosa: umile vettura a 2 tempi della scuola tedesca (dell’Est), qui in una simpatica e vezzosa versione cabriolet che fu prodotta per un solo anno.
    Sempre in tema di scoperte, un appassionato italiano si è fatto la… barchetta partendo da una Austin Healey 100-6 ammalorata, recuperandola e facendola simile alle auto da corsa in voga in Gran Bretagna negli anni Cinquanta.
    Altro giro, altra storia: quella della Autobianchi Y10 turbo, versione pepata, ma con il dovuto garbo, della sofisticata utilitaria che ebbe tanto successo tra le donne (e non solo).
    Un numero ricco di prove questo di Aprile: siamo saliti anche sulla Lancia Delta Safari che arrivò seconda nel massacrante rally africano del 1992: un esemplare unico, anche perché così allestita la Delta è quasi più un fuoristrada che una macchina da rally!
    Si sa che in Inghilterra sono molto attaccati alla loro storia automobilistica: l’ennesima dimostrazione viene dal restauro della Sunbeam 1000 HP, mostruoso veicolo da record che per primo, nel 1927 (90 anni fa!) superò le 200 miglia orarie: raccontiamo la storia di questa incredibile auto dotata di due motori da 22,5 litri l’uno!
    Il manuale d’uso di questo mese, infine, ha come protagonista la Volkswagen Golf I serie.
    Chudono il numero l’attualità, con un reportage dalla ricchissima Fiera di Stoccarda; e un’intervista tutta da leggere a Matteo Panini, neo presidente del Circolo della Biella che ha opinioni molto interessanti sul nostro mondo; e poi lo sport, con un’intervista a moglie e figlia di Clay Regazzoni nella rubrica “A tutta pista!” e il reportage da Winterace.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta