Prove spettacolo e l’aeroporto dei Tornado per la 1000 Miglia del 90°

13 marzo 2017
a cura della Redazione
Prove spettacolo e l’aeroporto dei Tornado per la 1000 Miglia del 90°
Le due principali novità del 2017 presentate al Salone di Ginevra. Selezionate le 440 auto al via della corsa. Salgono a 130 i tratti cronometrati in programma; immutati i coefficienti

Nella prestigiosa cornice del Salone Internazionale dell’Automobile di Ginevra è stata presentata alla stampa la Mille Miglia del 90° anniversario, in un’affollatissima conferenza stampa nel Centro Congressi Palexpo.
Alla conferenza hanno illustrato l’evento Piergiorgio Vittorini, Presidente dell’Automobile Club di Brescia, Aldo Bonomi, Presidente di 1000 Miglia s.r.l., e il Vicepresidente Franco Gussalli Beretta. Sono intervenuti inoltre Angelo Sticchi Damiani Presidente nazionale dell’Automobile Club e Karl-Friedrich Scheufele Presidente della maison Chopard, main sponsor della manifestazione.
La partenza è fissata da Brescia per giovedì 18 maggio con i passaggi sul Garda a Desenzano e Sirmione poi il Parco Giardino Sigurtà, Verona, Vicenza, Asolo e arrivo a Padova.
Nella seconda tappa di venerdì 19 maggio dal Veneto le auto dopo Ferrara, Ravenna e San Marino scenderanno per entrare in Umbria a Gubbio, Perugia e Terni e arrivare a Roma, dove avverrà la consueta passerella notturna nell’Urbe.
Sabato 20 maggio la terza frazione dalla Capitale, la risalita al nord con l’attraversamento della Toscana e il superamento degli Appennini, Modena, Reggio e l’arrivo di tappa a Parma.
Domenica 21 maggio gran finale della quarta ed ultima tappa, dove le auto lasciata la città parmigiana transiteranno da Busseto, borgo natale di Verdi, toccheranno Cremona e poi via verso il territorio mantovano con l’attraversamento del centro di Canneto sull’Oglio dove è posta l’ultima prova spettacolo. Successivamente passaggio nel centro storico di Mantova da dove le vetture proseguiranno per Guidizzolo, Montichiari e Ghedi per poi arrivare sotto la bandiera a scacchi a Brescia.
A Ginevra sono stati svelati anche i nomi dei 440 equipaggi scelti (su 700 domande pervenute) a gareggiare nella corsa del 2017. Le auto, costruite tra gli anni ’20 e il 1957, saranno precedute dal Ferrari Tribute to Mille Miglia e dal Mercedes-Benz Mille Miglia Challenge, vetture dei due grandi marchi immatricolate dopo il 1958.
La grande novità di questa edizione celebrativa è l’introduzione per la prima volta delle “prove spettacolo”. Sono sei le città prescelte le cui storiche piazze saranno teatro di altrettante prove speciali, e sono: Verona, Castelfranco Veneto, Ferrara, Pistoia, Busseto (PR) e Canneto sull’Oglio (MN). L’ultima prova cronometrata poi sarà sulla pista dei Tornado del 6° Stormo dell’Aeroporto Militare di Ghedi (BS).
Dal punto di vista sportivo le principali novità dell'edizione 2017 vedono un sostanzioso aumento nel numero di prove cronometrate, che salgono a 112 più 18 rilevamenti in 7 prove a media imposta. La classifica finale, dopo l’applicazione dei coefficienti (che restano invariati dopo le modifiche dello scorso anno) sarà quindi costituita da un totale di 130 tratti a cronometrati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta