x

Tutte le info nella tua casella email?

Iscriviti alla newsletter

La Rolls psichedelica di John Lennon in mostra a Londra

15 luglio 2017
a cura della Redazione
  • Salva
  • Condividi
  • 1/13
    In occasione delle celebrazioni per il 50° anniversario di Sgt Pepper, la mitica Rolls Royce
    appartenuta al "beatle" più famoso tornerà a Londra, in mostra a Bond Street

    La mitica Rolls-Royce Phantom V di John Lennon sarà di nuovo a Londra, in mostra al pubblico britannico dal 29 luglio al 2 agosto, in occasione delle celebrazioni per il 50 anniversario di Sgt. Pepper Lonely Hearts Club Band.
    Attualmente di proprietà del Royal British Columbia Museum in Canada, "The John Lennon Phantom V" viaggerà dal Canada a Londra per unirsi a "The Great Eight Phantoms" - una Mostra Rolls-Royce presso il salone internazionale di punta e le gallerie di Bonhams, a New Bond Street, area visitata regolarmente da Lennon alla fine degli anni Sessanta proprio su questa macchina.

    Il debutto in società

    Il 3 giugno 1965 - lo stesso giorno in cui Edward H White divenne il primo americano a camminare nello spazio - John Lennon prese in consegna qualcosa di piuttosto speciale: una Rolls-Royce Phantom V in Valentine Black. Solo più tardi avrebbe dichiarato che quel passo si rivelò di fondamentale importanza rispetto al sogno di diventare un milionario eccentrico.
    La Phantom V di Lennon si caratterizzava per uno stile da vera rock star: il sedile posteriore trasformato in un letto matrimoniale, con un televisore, un telefono e un frigorifero, insieme a un lettore di musica "fluttuante" e un sistema audio su misura (che includeva un violoncello vocale esterno).
    Nel mese di aprile del 1967, non appena la registrazione di Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band fu terminata, Lennon chiese a JP Fallon, carrozziere del Surrey, di dare alla Phantom un nuovo tocco di vernice.
    Il debutto in società sotto nuova veste avvenne qualche giorno prima della pubblicazione in tutto il mondo di Sgt. Pepper, il 1 giugno, e si sposava perfettamente con il concetto generale dell'album.

    L'auto del rifiuto dell'MBE

    Se la combinazione di colori scelta da Lennon per la sua Phantom è spesso descritta come 'psichedelica', certamente alcune tonalità, in particolare il giallo dominante, riflettono la copertina dell’album che cambiò la storia della musica. Niente però è casuale: il disegno floreale ha forti richiami Romanici, già utilizzati per i caravan zingari e le chiatte del canale, cui si aggiunge un simbolo zodiacale sul tetto.
    Lennon utilizzò regolarmente la Phantom V fino al 1969 (ne possedeva anche una completamente bianca, meno riconoscibile), e fu proprio questa vettura che lo accompagnò a Palazzo nell’atto di rifiutare l'MBE (il più prestigioso Ordine delll'Impero Britannico), in segno di protesta, tra l’altro, contro la guerra in Vietnam.
    L'auto fu spedita negli USA nel 1970 quando Lennon si trasferì e fu prestata per accompagnare altre star rock come Rolling Stones, Bob Dylan e The Moody Blues.
    Nel 1977, dopo un periodo di rimessa, fu donata dal miliardario Jim Pattison al Royal British Columbia Museum di Victoria, Columbia Britannica, in Canada.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta