x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Un preparatore divenuto costruttore: 50 anni di AMG

9 febbraio 2017
a cura della Redazione
  • Salva
  • Condividi
  • 1/11
    Nacque nel 1967 e quattro anni dopo divenne famosa per la berlinona 300 SEL 6.3 che arrivò seconda alla 24 Ore di Spa

    Prendi una Mercedes, la sua omologa AMG e cerca le similitudini: di certo non le trovi nel carattere, confortevole e discreta la prima, esagerata e quasi arrogante la seconda. AMG compie 50 anni, tanti ne sono passati da quel 1967 in cui Hans Werner Aufrecht e Erhard Melcher fondarono una piccola azienda che si occupava di elaborare le Mercedes. Il marchio AMG nasce dall’unione delle iniziali dei nomi dei due fondatori e di quella del paese dove iniziò la loro attività, Grossaspach. I due tecnici erano entrambi dipendenti di Daimler e si occupavano di preparare il motore da corsa 300 SE, fino al giorno in cui la Casa tedesca decise di rinunciare al motorsport. E fu anche il giorno in cui i due decisero di lasciare il posto fisso per seguire la passione che li animava. E nacque AMG Motorenbau und Entwicklungsgesellschaft mbH.

    In soli 5 anni, quella piccola officina riuscì a conquistare i primi successi in gara -e che gara!- piazzandosi in prima posizione della categoria e secondi assoluti al traguardo della 24 Ore di Spa del 1971. L’auto era -ovviamente- una Mercedes 300 SEL 6.3 (portata a 6.8), cioè un’auto nata berlina, confortevole e pesante, che riuscì ad avere la meglio su vetture nate per correre. Già allora, AMG aveva quello stampo un po’ americano che la portava ad utilizzare motori dalla potenza enorme, anche per sopperire ad altre eventuali mancanze. Quella vittoria cominciò a far crescere la notorietà di AMG e i due soci trasferirono l’attività ad Affalterbach, la cittadina che tuttora ospita l’azienda, così da avere più spazio a disposizione. Erano circa una dozzina i dipendenti in quel periodo, ben lontani dagli attuali 1.000.
     
    Il primo motore tutto AMG nasce nel 1984 che due anni dopo viene montato questo V8 da 5 litri su una Classe E Coupé: era nata The Hammer. La prima auto fatta insieme, invece, è la C 36 AMG del 1993. Poi inizia la partnership ufficiale con Mercedes nelle corse, era il 1998 e i due marchi avevano creato l’auto che fu capace di spopolare al DTM. L’anno dopo, quello che era nato come tuner entra ufficialmente nel gruppo Daimler che acquisisce la maggioranza di AMG per diventarne proprietaria al 100% nel 2005.
     
    Oggi, Mercedes AMG conta ben 22 modelli con potenze fra i 422 ed i 751 CV e carrozzerie che vanno dalla station wagon alla roadster, passando per le Suv. Nella gallery trovate una rassegna dei modelli che hanno contribuito a creare questi 50 anni di storia del marchio AMG, compresa la prima auto sviluppata completamente al marchio sportivo, la SLS AMG, fino all’ultima e la più recente di cui troverete la prova sul prossimo numero di evo. Mentre sul numero di Agosto 2007 di Automobilismo d’Epoca trovate la storia della AMG, che pubblicammo in occasione del 40°.
     

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta