x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Una Cisitalia 202 C “Best in show” al Concorso di eleganza ASI

13 giugno 2017
a cura della Redazione
  • Salva
  • Condividi
  • 1/8 Cisitalia 202 C
    La vettura, del 1947, selezionata da una giuria prestigiosissima, presieduta da Lorenzo Ramaciotti,
    nell’ambito di due giorni dov’era rappresentata la migliore storia automobilistica

    È la Cisitalia 202 C del 1947 di Gino Coen la regina del Concorso d’Eleganza dell’Automotoclub Storico Italiano ospitato sabato 10 e domenica 11 giugno nell’ambito del Salone dell’Auto di Torino. Il Concorso si è articolato su due giornate. Sabato a Stupinigi dove le auto storiche sono state sistemate in bella mostra presso la Palazzina di Caccia e domenica al Castello del Valentino dove poi in tarda mattinata si è svolta anche la premiazione.
    A giudicare le trenta auto storiche, durante l’esposizione a Stupinigi, è stata la giuria di esperti presieduta da Lorenzo Ramaciotti e composta da Aldo Brovarone, Dominik Fischlin, Roberto Giolito ed Ercole Spada. Spettacolo nello spettacolo, il pubblico di appassionati sabato a Stupinigi è stato piacevolmente catturato anche dai numerosi passaggi a bassa quota di cinque aerei storici della Hag (Historical Aircraft Group).
    Quattro le categorie, con relativi temi, in concorso: “Affermazione delle forme” (1922-1936) in cui ha vinto la Lancia Dilambda del 1930 di Domenico Paterlini; “ Luci e ombre” (1937-1949) dove si è imposta la Cisitalia 202 C poi risultata vincitrice assoluta; “Affermazione dello stile” (1950-1959) in cui ha primeggiato la fresca vincitrice a Villa d’Este, l’Alfa Romeo Giulietta SS Prototipo del 1957 di Corrado Lopresto; infine nella categoria “Apogeo del design” (1960-1971) ha prevalso l’Abarth 1000 Record Pininfarina del 1960 di Simone Bertolero.
    Il premio “Miglior conservato” è stato attribuito alla Fiat 500 Garavini del 1939 di Fulvio Birocchi, quello di “Miglior restauro” è stato appannaggio della Fiat 1500 cabriolet del 1940 di Umberto Anerdi. Il premio Asi è stato invece consegnato alla Triumph Italia 2000 Vignale del 1959 di Giacomo Olivieri.
    La manifestazione si è conclusa ufficialmente con una nuova esposizione delle auto storiche in Piazza Lamarmora ed il pranzo di commiato ospitato al Palazzo della Luce.

    www.asifed.it

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta