di Tommaso Ferrari - 10 August 2022

Consegnata la prima Bizzarrini 5300 GT Revival

La 'Continuation' 001 della 5300 GT ha conosciuto il suo fortunato acquirente

La Jaguar XKSS e la Aston Martin DB4 GT Zagato hanno inaugurato il filone delle ‘Continuation’, vetture costruite nell’era moderna ma fedeli alle originali (un filo meno l’Aston) in tutto e per tutto, dai materiali al propulsore fino addirittura alle tecniche di lavorazione. Ora è toccato alla Bizzarrini 5300 GT Revival, una meraviglia italiana tornata a vivere grazie ad un’azienda inglese. Fondendo moderno e classico (sono stati utilizzati i progetti dell’epoca) è nato un meraviglioso omaggio alla Bizzarrini originale, con carrozzeria in alluminio, telaio in acciaio e un motore 5.3 litri da circa 400 cavalli che deve muovere niente di più che dodici quintali.

Ne verranno prodotte solamente 24 in totale, numero che vuole omaggiare la 24 Ore di Le Mans, in particolare quella del 1965 che vide vittoriosa nella sua classe la 5300 GT telaio 0222. Subito dopo la vittoria, come nulla fosse, Giotto Bizzarrini stesso prese la 0222 e guidò di nuovo fino al Nord Italia! La prima Bizzarrini 5300 GT Revival è stata appena consegnata al suo fortunato cliente, con altri esemplari in dirittura d’arrivo entro pochi mesi; l’intera produzione troverà casa durante il 2023. Come nel caso della XKSS e della DB4 GT Zagato non possiamo che apprezzare sforzi simili, non saranno esenti da critiche a causa della loro ‘incorretta’ originalità, ma godersi macchine simili ed emozioni simili – oltre alla storia che si portano dietro – forti dell’affidabilità moderna è dannatamente speciale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA