a cura della Redazione - 18 October 2022

A PININFARINA IL RICONOSCIMENTO PER IL TRENTENNALE DEL DESTRIERO

Un'onorificenza per la nave dei record, accanto all'esposizione della Fiat Panda Destriero

Proseguono le iniziative per celebrare il trentesimo anniversario dell’impresa della nave Destriero promosse congiuntamente dagli Stati Generali del Patrimonio Italiano e dalla Fondazione Fincantieri. Tra gli elementi che resero leggendario il Destriero, la nave voluta dal principe Karim Aga Khan nel 1992 per conquistare il Nastro Azzurro, sicuramente riveste un ruolo di primo piano la caratteristica linea filante frutto dell’inconfondibile design di Pininfarina. Per questo è stato consegnato il riconoscimento del trentennale a Paolo Pininfarina e Silvio Angori rispettivamente presidente e amministratore delegato dell’azienda di Cambiano.

Durante la cerimonia, che si è svolta a Torino nella sede dell’Automotoclub Storico Italiano a Villa Rey, è stata ricordata anche la figura di Sergio Pininfarina, all’epoca presidente di Confindustria. A fare gli onori di casa e a consegnare il riconoscimento Alberto Scuro presidente della commissione motorismo storico degli Stati Generali del Patrimonio Italiano nonché presidente di ASI, che ha evidenziato “la centralità del motorismo storico come asset identitario del patrimonio italiano”. E’ intervenuto anche il presidente nazionale Ivan Drogo Inglese e Fabio Malcovati presidente di ASDEC l’associazione degli scafi d’epoca e classici.

Per la speciale occasione, Alfredo Stola ha esposto a Villa Rey la Fiat Panda Destriero, realizzata nel 1992 per accordo con l’allora amministratore delegato di Fiat Paolo Cantarella. Ne furono realizzati due esemplari. Una è tuttora custodita nella collezione della famiglia Stola mentre l’altra fu donata all’avvocato Gianni Agnelli che la utilizzava nella sua residenza di Calvi in Corsica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA