a cura della Redazione - 16 May 2024

Morgan Midsummer, sogno di mezza estate

Sulla base della Plus Six, la Casa inglese in collaborazione con la Carrozzeria italiana ha creato una favolosa barchetta ispirata alle sportive degli anni ’30 e ’40 del secolo scorso. Un’auto che promette grandi emozioni e un contatto diretto con la strada

Si chiama Midsummer ed è un concentrato di sapienza di carrozzeria derivante dall’unione di due storie centenarie: quella di Morgan (115 anni) e quella di Pininfarina (95 anni). I due marchi hanno deciso di fondere le rispettive tradizioni in una macchina potente (motore BMW biturbo 6 cilindri da 335 CV) e leggera (1000 kg) che sarà prodotta in soli 50 esemplari ma che potrebbe essere la capostipite di un nuovo filone di Morgan del futuro, all’insegna della connessione tra automobile e ambiente circostante. Una operazione che esalta le rispettive capacità artigianali delle due Case, tanto da meritarsi il marchio “Pininfarina Fuoriserie”.

Le caratteristiche principali di questo modello sono la guida senza filtri e la ricerca esasperata della bellezza nella espressione della passione per il design, che ha creato un modello fedele ai principi di Morgan, che anticipa gli elementi chiave del futuro linguaggio stilistico della stessa. Tali elementi sono il design a barchetta, il colore bianco perla metallizzato che riporta ad alcune auto da record del periodo anteguerra, esaltato dal disegno dei cerchi, “pieno” come lo era su quelle auto per esigenze aerodinamiche. Dietro il design si cela la tecnologia della forgiatura per le ruote, che ha portato a un risparmio di peso di 3 kg per ciascun elemento. Inoltre, in un continuo palleggio tra forma e sostanza, gli pneumatici Michelin Pilot Sport 5 hanno un profilo maggiorato che, oltre a portare effetti sulla dinamica di guida, aumenta il rapporto tra pneumatico e cerchio a favore di un’estetica vintage. Altri elementi stilistici importanti sono i brancardi in acciaio che comunicano un supporto e un senso di “appoggio” maggiore, e la coda posteriore allungata per accentuare eleganza e dinamismo.

Legno a vista

L’elemento di maggior impatto, visivo ed evocativo, della Midsummer è tuttavia l’uso del legno, materiale a cui è legata l’eredità della Morgan, esaltata qui dal suo uso all’esterno della carrozzeria, a vista, al contrario di quanto accade di norma, quando rimane all’interno della scocca, come “supporto” ai pannelli della carrozzeria in alluminio. Lo stile barchetta della Midsummer ha dato l’opportunità di usarlo per creare una linea di spalla, accentuando il perimetro dell’abitacolo. Questa sua applicazione inconsueta rende omaggio al rapporto di lunga data della Morgan con il legno ed è stato un desiderio espresso da Pininfarina fin dalle prime fasi del progetto. Ispirandosi alle applicazioni marine, il legno circonda l’abitacolo delimitandone la linea di spalla.

Pininfarina Fuoriserie

La novità concettuale di Morgan Midsummer è testimoniata dall’applicazione del badge “Pininfarina Fuoriserie” sulla fiancata dell’auto, appena dietro le ruote anteriori. Di solito sui veicoli disegnati da Pininfarina c’è il logo “Design by Pininfarina”, ma qui si è voluto testimoniare la natura unica della Midsummer e dell’approccio collaborativo che ha contribuito alla sua creazione. Si tratta della prima volta su un’automobile di serie, per quanto limitata.

La produzione sarà avviata nella seconda metà dell’anno e terminerà nel giro di sei-nove mesi; la Midsummer sarà presentata al pubblico ufficialmente al Festival of Speed di Goodwood, ma i 50 esemplari previsti hanno già trovato tutti un acquirente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA