Il signor... "Un Altro"

Il signor... "Un Altro"

Il futuro tre volte campione del mondo di Formula 1 disputa le prime gare con un semplice quanto criptico pseudonimo: "An Other". Così compare negli elenchi iscritti dei meeting all'aeroporto di Charterhall, in Scozia; guida un'auto tutta di legno, una Marcos GT costruita da Jem Marsh e Frank Costin con tecniche aeronautiche: questa che abbiamo fotografato. Interessantissimo il restauro - Foto Alberto Cervetti e Graham Gauld

ASI AL MUSEO ALFA ROMEO CON BRUNO GIACOMELLI

ASI AL MUSEO ALFA ROMEO CON BRUNO GIACOMELLI

Il pilota bresciano che guidò le F1 del Portello intervistato da Danilo Castellarin. L’evento è parte di un ricco programma nel Museo Alfa Romeo in occasione del Gran Premio d’Italia

Addio a Niki Lauda, il “pilota-computer”

Addio a Niki Lauda, il “pilota-computer”

Il tre volte campione del mondo di F1 è deceduto nella notte a Zurigo. Velocissimo pilota e abile imprenditore, sempre lucido nel prendere le decisioni, teneva a bada le emozioni con la razionalità

Una mostra ricorda l’epopea del circuito del Bremgarten

Una mostra ricorda l’epopea del circuito del Bremgarten

Il tracciato nel parco di Berna ospitò il Gran Premio di Svizzera prima e dopo il secondo conflitto mondiale. Veloce, tecnico e pericoloso, vide vincere soltanto i più grandi assi, e morire due grandi piloti italiani

Guida all'acquisto
La Honda RA300 in pista a Monza prima del GP d’Italia!

La Honda RA300 in pista a Monza prima del GP d’Italia!

La monoposto vinse la gara del 1967, con John Surtees alla guida.

Dalla pista alla tavola: la teiera gialla di Renault

Dalla pista alla tavola: la teiera gialla di Renault

Per celebrare i 40 anni di vittorie in Formula 1, Renault ha dato vita a un mito,
realizzando un accessorio per la cucina che sarà prodotto in edizione limitata

Motore a scoppio o elettrico? L’automobile a un bivio, a Essen TechnoClassica

Motore a scoppio o elettrico? L’automobile a un bivio, a Essen TechnoClassica

Tra le attrazioni del Salone tedesco un’esposizione dedicata ai 135 anni di auto elettriche, dal 1882 a oggi; ma anche la mostra sul GP di Monaco ’57. Poi la consueta, faraonica, ricchezza di automobili, club e Case ufficiali