a cura della Redazione - 20 dicembre 2018

Una Lancia Strato’s stradale nell’asta di fine anno

La berlinetta di Bertone è del 1975, l’incanto organizzato da Oldtimer Galerie Toffen. Altre auto italiane molto interessanti in catalogo, tra cui un’Alfa 6C carrozzata al Portello, nell’atmosfera esclusiva della cittadina elvetica
  • Salva
  • Condividi
  • 1/8 Lancia Stratos Stradale 1975

    Si terrà il 29 dicembre prossimo, come sempre a Gstaad, la tradizionale asta di fine anno di Oldtimer Galerie Toffen. Il catalogo è molto interessante, con alcuni lotti di notevole prestigio.
    Tra tutti spicca la Lancia Strato’s HF Stradale del 1975 (lotto125), con telaio #829ARO*001666*, che fu consegnata il 22 maggio di quell’anno al primo proprietario, il signor Domenico Magagna di Padova. Il Magagna la piegò contro un albero l’anno dopo, tanto da dover ordinare un nuovo telaio. Dopo un mese la Stratos gli fu riconsegnata completamente ricostruita, ma con un telaio senza numero. Nel gennaio 1977 un nuovo collaudo in motorizzazione portò all’assegnazione del numero 51921/76. Il primo proprietario tenne la sua Stratos fino al 1986, quando la macchina fu venduta una prima volta per poi entrare nel giro delle compravendite che la portarono nel 2008 in Svizzera, dove si trova tuttora con targa di Berna e in ottime condizioni. La stima di vendita è di 550-575.000 euro.
    In tema di auto da corsa “targate” spicca nel catalogo anche una Porsche 356 A 1500 GS Carrera GT del 1958 (lotto 124), per la quale non è stata pubblicata una stima. Di questo modello furono costruiti soltanto 35 esemplari, con il leggendario motore “Fuhrmann” bialbero da ben 110 Cv. La macchina ha una documentata carriera sportiva ed è completamente restaurata, il motore ancora da rodare (il venditore si impegna a pagare il primo tagliando!).
    Altro lotto molto interessante è il 119, un’Alfa Romeo 6C 2500 del 1940 con carrozzeria Turismo a 5 posti realizzata al Portello (ne sono state fatte soltanto 279) e motore matching numbers, che fu venduta da nuova a una società che la usava come auto di rappresentanza, poi a un elvetico di Zurigo che la usava come auto di famiglia, a volte con tanto di carrello tenda a rimorchio per le vacanza estive (uso documentato da fotografie). È stimata tra 185.000 e 225mila euro.
    Altri lotti interessanti: Lamborghini 400 GT Espada Series 3 del 1973 (lotto 133, stima 115-135.000 euro), una bellissima Chevrolet Corvette C1 del 1961 (lotto 136, stima a richiesta), una Bugatti 35 Pur Sang del 1932 (lotto 146, 350-375.000 euro), una Maserati Bora 4.9 del 1973 (lotto 147, 195-225.000 euro).
    Anche se moderna, infine, non si può non segnalare la presenza in catalogo della Porsche 911 GTR RS 4.0 del 2011 (serie 997, lotto 138), una rara chicca da veri “petrolhead”: prodotta in soli 600 esemplari, è una delle migliori espressioni del genere “911 RS”. I suoi numeri: motore 4.0, 500 Cv a 8.250 giri, 460 Nm a 5.750 giri, 0-100 in 3,9 secondi, oltre 300 km/h, 1.360 kg. Per ultimi, i km percorsi da questo esemplare: soltanto 23.500.
    www.theswissauctioneers.swiss

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Guida all'acquisto