a cura della Redazione - 16 aprile 2019

Alberto Scuro, nuovo presidente: “Un ASI di tutti, vicino ai Club e forte a Roma”

Le prime dichiarazioni del neo presidente. Forte presenza degli uomini a lui vicini anche in Consiglio federale: ben 10 su 13, tra cui spicca la figura di Paolo Pininfarina
Alberto Scuro, 61 anni, veronese, chirurgo vascolare, vice presidente Asi uscente, Consigliere federale da 8 anni, è il nuovo Presidente dell’Asi. È stato eletto con 1844 voti. Gli altri candidati alla Presidenza, Pietro Piacquadio e Mauro Giansante, hanno ottenuto rispettivamente 1665 e 98 preferenze.
Alla votazione, sabato 13 aprile presso il MAuTo di Torino, erano presenti 251 Club su un totale di 281, pari a 3633 voti su 3776; una partecipazione record nella storia dell’Asi, pari al 96% del totale degli aventi diritto.
“Voglio in primo luogo ringraziare la mia squadra -ha detto Scuro- perché quella di oggi è stata una vittoria corale che premia il lavoro di tutti noi e l’idea di Asi che abbiamo proposto ai Club. Dei 13 componenti del nuovo Consiglio Federale ben 10 facevano parte della nostra compagine prima del voto. Un risultato importante e significativo che darà forza e stabilità all’Ente. L’elezione di Paolo Pininfarina, che ha dato la sua disponibilità a far parte del Consiglio Federale, è poi sicuramente un’altra risorsa per il prossimo Consiglio. Di certo dovremo ora dialogare con tutti e convergere su un progetto di gestione dell’Ente ampiamente condiviso. La nostra Segreteria dovrà avere gli strumenti per supportare al meglio le attività dei Club con i quali è indispensabile aprire un dialogo costante e produttivo; dovremo dare loro i mezzi operativi e le risorse economiche per promuovere al meglio il motorismo storico sui territori. Anche con le Commissioni dovremo lavorare a stretto contatto perché sono un’altra nostra inestimabile ricchezza. Bisognerà poi avviare un’attività istituzionale forte e ben organizzata prevedendo di avere un punto di riferimento anche a Roma. Il dialogo con gli altri attori del motorismo storico dovrà continuare sia a livello nazionale che internazionale. Il mio augurio -ha proseguito Scuro- è che da oggi inizi un mandato di 4 anni con un governo forte e compatto che sia interprete delle esigenze di tutti i Club e vicino a tutti gli appassionati. Un governo fortemente consapevole dell’importanza dei valori che la nostra Federazione esprime: passione, cultura, associazionismo. Un governo che, conscio dell’importantissimo valore sociale del nostro movimento, e dell’elevatissimo indotto economico che produce, affronti le sfide che ci aspettano con grande senso di responsabilità. Un Governo autorevole insomma, che sia espressione di un’ASI unita e finalmente priva di divisioni e inutili conflitti interni”.
Fanno parte del nuovo Consiglio Federale: Antonio Verzera, Agnese Di Matteo, Paolo Pininfarina, Leonardo Greco, Ugo Gambardella, Antonio Traversa, Maurizio Speziali, Francesco Battista, Riccardo Zavatti, Carlo Giuliani, Arcangelo Conserva e Marco Galassi.
Presidente e Consiglio resteranno in carica per il quadriennio 2019-2022.
www.asifed.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Guida all'acquisto