Consegnata la prima Mini Remastered Oselli Edition

La piccola bomba restomod della David Brown Automotive si è imbarcata per la Scandinavia

1/7

Ce ne sono in giro tantissime: piccole scatolette inglesi – vecchie Mini Cooper – che i proprietari appassionati hanno ulteriormente modificato e migliorato, vuoi per qualche cavallo in più dal 1.275 cc, per interni più confortevoli, cerchi Minilite o scarichi centrali sportivi. Nulla però si avvicina al lavoro immane della Mini Remastered, l’impressionante (e costoso) restomod della David Brown Automotive. L’azienda inglese impiega 1.400 ore per trasformare una simpatica Mini in una city car vintage pronto pista, il tutto con interni e esterni curati meticolosamente. Il primo modello ‘Oselli Edition’ è stato consegnato in Scandinavia, con una verniciatura Carbon Grey e strisce Heritage Green delimitate da bordi bianchi, passaruota bombati neri, un bellissimo scarico centrale rivolto verso l’alto e cerchi in lega da 13’’ color grafite.

La Oselli Edition vanta un motore e una trasmissione creati insieme alla nota Oselli, azienda di preparazione fin dagli anni ’60, con un piccolo quattro cilindri da ben 125 cavalli e 153 Nm di coppia (lo 0-100 avviene in soli 7,8 secondi), freni AP Racing e differenziale autobloccante. Anche gli interni sono completamente rivisti, nuovo sterzo a tre razze, infotainment moderno, cruscotto del colore dell’esterno, sedili in pelle e Alcantara con cuciture a contrasto e cinture sempre in Heritage Green. Qua ci sono quattro posti, ma volendo si può optare per due soli posti e un rollbar al retro. Potete pensare che questa sia una esaltazione perfetta del lavoro di Cooper, oppure uno snaturamento della Mini originale, il prezzo comunque non cambia, circa 110.000 euro!

© RIPRODUZIONE RISERVATA