Dal 1988 al 2021: ecco il Land Cruiser FJ62 secondo TLC

L'azienda americana propone il robusto fuoristrada completamente restaurato e rivisto per il settantesimo anniversario

1/7

Esistono cose che non pensate di volere, finché puntualmente non le vedete. Come questa ad esempio. Uno desidera Ferrari, Porsche, Caterham, TVR, Pagani… e poi ad un certo punto non riesce a staccare gli occhi da un vecchio Land Cruiser. Nel settantesimo anniversario del robusto fuoristrada l’azienda TLC ha deciso di creare un personale ‘restomod’ del Land Cruiser, prendendo un affidabile FJ62 e trasformandolo in qualcosa di tremendamente affascinante. Il risultato è un off-roader che fa sembrare i moderni Suv sciatti e senza un briciolo di classe: l’FJ62 viene completamente smontato, il telaio rinforzato, la carrozzeria riverniciata, assali, sospensioni, freni, cerchi, gomme etc. etc. sono rivisti e rimodernati. Oh, e il motore.

Sotto il cofano la TLC piazza un grosso LS3 V8 da oltre 430 cavalli trasmessi a tutte e quattro le ruote attraverso – unica pecca – un cambio automatico a quattro marce. L’azienda americana impiega più di 2.200 ore per il restomod della FJ62 aggiungendo gomme BF Goodrich, verniciatura azzurro scuro, bellissimi cerchioni, interni con un infotainment piuttosto moderno, sedili in pelle, un gran bel sound… avete capito che ci piace. Il prezzo un po’ meno, 175.000 dollari, ma l’esagerato lavoro di ripristino e restauro – da un’azienda che da decenni si occupa SOLO di questo modello – giustifica quasi la cifra. Prendere un Land Cruiser del 1988 al posto di un Cayenne Turbo? A noi non pare così folle guardando le foto (ma metteteci un manuale, grazie!).

© RIPRODUZIONE RISERVATA