Ecco come appare un V12 Ferrari in miniatura

L'artista Terzo Dalia ha creato incredibili riproduzioni scala 1/3 dei V12 più celebri di Maranello

1/8

Esistono due categorie di appassionati: quelli che restano affascinati alla vista di un vecchio motore con carburatori, collettori, teste… in bella mostra, e quelli che mentono spudoratamente. In questo caso parliamo di motori Ferrari, la gloriosa stirpe dei V12 per la precisione, però non di propulsori che muovono una 365 GT4 BB o una F12 TdF, ma di modellini in scala 1/3. L’artista Terzo Dalia ha creato delle vere e proprie opere d’arte, riproducendo fedelmente alcuni dei più celebri motori di Maranello, con una qualità incredibile. Il risultato finale è talmente raffinato che Dalia è stato premiato dallo stesso Montezemolo e molti di questi modelli sono esposti al museo Ferrari.

Cosa li rende così speciali? Beh, Dalia prende un motore originale, lo smonta, ne misura ogni singolo componente e lo riproduce in scala 1/3 con una precisione ossessiva: il V12 Colombo della 250 TR ad esempio pesa 16 (!) chili, non viene utilizzato il minimo adesivo ma vere viti, non meno di 470 per assemblare tutte le 240 componenti. Inoltre il motore gira con l’esatto ordine di accensione e ogni singola parte – dalle bielle alle valvole – funziona (ovviamente senza scoppio) come il motore originale. Terzo ha riprodotto alcuni dei più iconici motori come quello della 599 derivato dalla Enzo, il V12 della Daytona e il Boxer della Ferrari 312 di F1. Un lavoro così lungo e certosino non costerà poco… anzi, nonostante siano modellini preparate un assegno con diverse migliaia di euro se volete queste spettacolari ornamenti da salotto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA