Gare in famiglia

Tre berline sportivissime, quattro cilindri 16 valvole, coeve e protagoniste nella Velocità e nei Rally, ognuna secondo la filosofia del proprio Costruttore: sostanza ed economia la Ford Sierra Cosworth, spirito “racing” la BMW M3, facilità la Mercedes 190E 2.3-16. L'articolo completo su Automobilismo d'epoca in edicola.

1/11

Si sono date battaglia per anni sui circuiti di tutto il mondo, sono le tre berline che hanno incarnato il concetto di vetture Turismo della seconda metà degli anni Ottanta. Dopo quasi un decennio caratterizzato dall’austerità dovuta alla crisi petrolifera e dalle fortissime tensioni sociali che sfociano nel terrorismo, si apre una stagione in cui il benessere torna a portata di mano e l’auto torna ad essere uno status symbol. Lo scenario automobilistico vede un rinnovato interesse per le vetture ad alte prestazioni, ma la nuova crescita economica non chiede più soltanto le granturismo pure, ma soprattutto vetture utilizzabili tutti i giorni, veloci e “di immagine”. Una tendenza partita da lontano soprattutto con vetture piccole come Mini Cooper e A112 Abarth, ma consolidatasi più tardi con la diffusione della Golf GTI, diventata il riferimento per questa nuova categoria di automobili. Inoltre dal 1987 le auto di serie allargano la loro influenza nel panorama delle corse con la fine dei mostruosi Gruppi B: diventano la categoria di punta nei Rally e si rilanciano sui circuiti grazie all’istituzione del primo Campionato Mondiale Turismo. La concomitanza di questi fattori dà una scossa ai Costruttori che cercano di sfruttare l’opportunità di vincere le corse con automobili veramente derivate dai modelli in vendita nelle concessionarie, soprattutto con investimenti meno gravosi, rendendo appetibile la creazione di vetture veloci, agili e confortevoli.

(L'articolo completo in edicola)

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Guida all'acquisto