In edicola il nuovo numero di Novembre!

La mitica Lancia Stratos in copertina su Automobilismo d’epoca di Novembre, oltre a Lancia, Ferrari, Abarth, Nissan Gr. B, Alfa...

1/13

A fine 1971 fu presentata la versione definitiva della berlinetta che ha rivoluzionato il mondo dei Rally. Vi raccontiamo la storia di un bellissimo esemplare in mano alla stessa persona da oltre 40 anni: non stradale, bensì Gr. 4! La storia di copertina del nuovo numero racconta di una Lancia Stratos Gruppo 4 quasi unipropretario: fu acquistata dai Facetti nel 1980 e mai più rivenduta.

Sempre Lancia e con una storia intrigante, ma ben diversa l’Aprilia Cabriolet Pinin Farina del 1947: fu prodotta in soli quattro esemplari, tutti spediti in Svezia. Una di quelle è tornata in Italia per essere restaurata.

La 250 GTE è una delle Ferrari più belle e significative della storia, ma anche tra le meno considerate. È ritenuta la meno brillante, ma non se ci monti un V12 da 320 Cv, come l’esemplare che vi mostriamo in questo numero.

Eseguire un restauro completo tutto in casa propria? Si può fare, come ci ha raccontato un appassionato che ha acquistato una Mini Innocenti 1001 e si è attrezzato il proprio garage, completando un lavoro eccellente!

Nel 1981 Walter Röhrl disputò la sua unica stagione da pilota ufficiale Porsche: con la 924 GTS Carrera Gr. 4 da 300 Cv, che a Zuffenhausen hanno tolto dal museo e rimesso in marcia come regalo di compleanno per l’asso tedesco.

Dell’era feroce delle Gruppo B fecero parte anche auto senza turbo né trazione integrale, come la Nissan Silvia RS 240, robustissima protagonista di Rally nelle zone più dure del mondo, dall’Africa al Sud-Est asiatico. Spesso vincendo. L’abbiamo provata.

Le gare in Salita sono un modo semplice di correre (e vincere) anche con le auto storiche, anche se non per forza economico… Per informazioni, chiedete a questo meccanico che ha acquistato una Fiat Ritmo Abarth e l’ha preparata come Gruppo A. Con pazienza e sacrifici l’auto è diventata bellissima e velocissima.

Il rapporto dell’Alfa Romeo con i Rally è stato breve e travagliato seppure non sono mancate le soddisfazioni. L’arma definitiva negli Anni Settanta doveva essere l’Alfetta GT V8, che invece fu soltanto una meteora: vi raccontiamo la sua parabola.

Nell’attualità in questo numero i resoconti delle fiere di Padova, Milano e Modena e quelli dai concorsi di eleganza di Villa d’Este e Meano. Nella sezione dedicata allo sport, un ricordo di Nino Vaccarella, la nostra partecipazione alla Targa Florio e gli incontri con Cesare Fiorio e Miki Biasion a RallyLegend.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Guida all'acquisto