La Bugatti Baby II è pronta per la produzione

Dopo essere stata collaudata anche dal pilota ufficiale Andy Wallace. Tre versioni con due potenze “legali” più la Speed Key, differenziale a slittamento limitato e recupero di energia. Prestazioni notevoli (fino a 70 km/h) e assetto personalizzabile. Previsti 500 esemplari

1/7

Ne avevamo parlato sulla rivista di ottobre scorso, e ora la macchina è pronta: la Bugatti “Baby” del nuovo millennio è stata deliberata ed è pronta ad andare in produzione. Volutamente parliamo di “macchina” e non di automobilina per bambini perché, oltre alle dimensioni ben maggiori rispetto alla prima del 1926, la Baby II (questo il nome corretto) che è in scala 1:1,5 (quindi è grande il 75% della Tipo 35 a cui si ispira) ha prestazioni di tutto rispetto. E’ disponibile in tre versioni, tutte con motore elettrico: Base con carrozzeria in plastica e batterie da 1,4 kWh; Vitesse con carrozzeria in carbonio e batterie da 2,8 kWh; Pur Sang come la Vitesse ma con carrozzeria in alluminio battuto a mano (circa 200 ore di lavoro). La Bugatti Baby II ha differenziale a slittamento limitato e freni idraulici e due modalità di guida selezionabili: Novizio (velocità limitata a 20 km/h) ed Esperto (45 km/h); le due versioni più potenti dispongono anche della”Speed Key” come le auto “vere”: ciò consente di sbloccare le prestazioni della Baby II per ottenere dal motore elettrico oltre 13 Cv di potenza che permettono (con 230 kg di peso) un’accelerazione notevole (0-60 km/h in circa 6”) e di raggiungere i 70 km/h di velocità massima. Inoltre l’autonomia massima possibile, grazie anche al recupero di energia dall’impianto frenante, è di ben 25 km sulla versione Base e di circa 50 sulle altre due.

La Bugatti evidentemente crede molto in questo progetto particolare, tanto che per i collaudi della Baby II è stato coinvolto anche il pilota ufficiale Andy Wallace, che ne ha saggiato le qualità anche sul tracciato della Prescott Hillclimb, in Gran Bretagna; collaudi utili per riprodurre la leggendaria maneggevolezza della “35”, con l’aiuto di ammortizzatori regolabili per consentire al proprietario di personalizzare l’assetto.

Produzione 500 esemplari, prezzi da 30.000 a 58.500 euro, comprensivi dell’affiliazione al Bugatti Owner’s Club.

www.bugattibaby.com

I collaudi della Bugatti Baby II sono stati effettuati anche lungo il tracciato della prestigiosa Prescott Hillclimb in Gran Bretagna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Guida all'acquisto