La straordinaria storia della Formula Junior a Modena Motor Gallery

Nell’ambito del salone che si terrà il 26-27 settembre prossimi, si segnala la rassegna sulle monoposto che a cavallo tra gli anni ’50 e ’60 del secolo scorso furono passaggio obbligato verso la F1. Una categoria che deve molto all’Italia

Nel già ricchissimo programma di Modena Motor Gallery arriva una nuova attrazione: la storia della Formula Junior. La categoria formativa, voluta nel 1958 dal Conte Giovanni Lurani, è ancora oggi una formula prestigiosa nell’ambito delle gare per auto storiche e all’epoca furono non pochi i piloti che si fecero le ossa, in gare combattutissime (anche per la presenza di ricchi montepremi) per il loro passaggio diretto in F1.

A Modena Motor Gallery, promossa da Aci Storico con l’organizzazione della Scuderia Tazio Nuvolari di Mantova e Historic Minardi Day, un’esposizione di numerosi pezzi di queste “formuline” ha l’obiettivo di mettere in evidenza un grande patrimonio culturale rappresentato da una quarantina di costruttori italiani che si cimentarono (anche grazie alla disponibilità del motore Fiat) nella realizzazione delle monoposto; nomi grandi, piccoli e piccolissimi, che saranno presenti a Modena: Wainer, Stanguellini (costruita dal modenese Stanguellini, anche grazie alla collaborazione con Juan Manuel Fangio, dal 1958 al 1960, in un centinaio di esemplari), Dagrada, De Tomaso.

Oltre a questa interessantissima rassegna, il pubblico potrà ammirare vari esemplari di prestigiose Alfa Romeo (che festeggia i 110 anni dalla fondazione) in una mostra realizzata in collaborazione con il grande collezionista Mario Righini e il Club Modena Motori.

www.motorgallery.it

1/5

Monza 1958

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Guida all'acquisto