Monteverdi Hai 650 F1: ricordiamo la Formula 1 costruita per la strada

Motore F1 Cosworth 3.5 litri da 11.000 giri e 650 cavalli, telaio in fibra di carbonio, 850 chili di peso e una storia affascinante

1/10

Di auto rare e dimenticate ce ne sono molte, ma questa è certamente una delle meno note e più interessanti supercar “in circolazione”. Apparsa all’ultima Monterey Car Week permetteteci di rinfrescarvi la memoria riguardo alla Monteverdi Hai 650 F1, uno sbalorditivo prototipo del 1992 frutto della mente di Peter Monteverdi e prodotto in soli 3 esemplari. Monteverdi, dopo aver tenuto per un solo anno il suo team di Formula 1 Onyx, decise di non sprecare tutti gli sforzi e gli investimenti fatti nella massima categoria costruendo una F1 per la strada, letteralmente. La Hai (che sta per ‘Squalo’) 650 F1 è realizzata attorno ad un telaio in fibra di carbonio e alluminio, ha una leggerissima carrozzeria in fibra di vetro, sospensioni riprese da una F1, freni carboceramici (già allora!) e… il pezzo forte: un 3.5 litri V8 Ford Cosworth F1.

E non come l’F50 dove c’è una vaga parentela con un motore da Formula 1, la Monteverdi monta proprio un V8 aspirato Cosworth da F1, “depotenziato” a 650 cavalli e capace di urlare fino a 11.000 giri. Il cambio è un compatto manuale a sei marce e il peso non supera gli 850 chili, proiettando la sinuosa carrozzeria della 650 a quasi 340 km/h. Di esemplari ne esistono solo tre, due dei quali visibili al Museo dei Trasporti di Lucerna. L’esemplare in foto è stato portato dal rivenditore Andreas Wuest all’evento “The Quail” di Monterey, un sogno realizzato per lui, soddisfatto dall’interesse riscosso. “Se la 650 F1 fosse entrata in produzione” dice Wuest “sono sicuro che avrebbe conseguito lo stesso successo della F40 o della McLaren F1 viste le sue caratteristiche uniche”. Non lo sapremo mai, quel che è certo è che la Monteverdi Hai 650 F1 è un concentrato di meccanica e di tecnologia incredibili per l’epoca, con un motore affascinante e sensuale mai visto prima su una stradale. Per quanto molto più potente ed avanzato pensiamo che il motore da F1 della Project One non susciterà le stesse emozioni… chissà perché.

Pics by Classic Driver

© RIPRODUZIONE RISERVATA