a cura della Redazione
- 12 October 2015

Racing Club 19, i piloti gentiluomini di Torino

Lunga e ricca di successi la storia di questo sodalizio nato a Torino nel 1948. Resuscitato, poi, nel 1986 ed ancora nei giorni nostri, nel 2013

Racing Club 19, i piloti gentiluomini di Torino

Un po’ inglese, per abitudini ed atteggiamento, ma completamente italiano, per origini. Anzi, torinese, un club nato in quella che fu la capitale dell’automobile. Il Racing Club 19 è nato nel 1948 per opera di 19 appassionati di auto e di corse e fra i suoi soci c’erano nomi come Umberto Agnelli, Alberto Ascari, Nuccio Bertone, Gino Valenzano. Aveva una ampia e prestigiosa sede a Torino in corso Vittorio Emanuele 65, dove i soci come in un classico club inglese si trovavano per chiaccherare, vedere i filmati delle corse, giocare a carte, bevendo un caffè o sorseggiando un drink. Fra i soci e i piloti era rappresentata buona parte dell’elite torinese in un momento in cui l’industria stava esplodendo e a Torino l’automobile ne era l’elemento trainante.

 

RACING CLUB 19, NATO TRE VOLTE

Ma questa è solo la prima parte della storia. Poi, negli anni Ottanta ed inizio Novanta, il Racing Club 19 è stato ripreso da un gruppo di appassionati torinesi che hanno iniziato a correre nelle gare di velocità per auto storiche e ha rivissuto diversi anni di lusinghieri successi vincendo il campionato italiano rally auto storiche e numerose classiche di prestigio arrivando a porsi fra i principali club di riferimento per queste vetture.

 

Nel 2013 con grande entusiasmo riparte il sodalizio con lo scopo non solo di essere presenti sulla scena italiana e internazionale delle autostoriche, ma anche di mantenere vivo il ricordo di un periodo durante il quale Torino era la capitale mondiale dell’automobile, quando oltre a FIAT, Lancia, Pininfarina, Nardi, Conrero, Bosato, tantissimi carrozzieri e officine facevano a gara per emergere e da ogni parte del mondo si guardava al nostro stile e alla nostra tecnologia. Quindi un club per corridori attivi, ma anche per ex piloti e appassionati della storia delle corse che abbiano il piacere di ritrovarsi a parlare di ciò che li ha fatti e li fa sognare. Il club inteso innanzitutto come un’occasione di incontro fra amici, alcuni con molti anni di esperienza nelle corse disponibili ad aiutare chi vuole entrare in questo mondo, altri che per motivi di età o di salute non possono correre ma vogliono essere presenti perché la fiamma della passione arde ancora.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Guida all'acquisto