x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Tutto pronto per la Coppa d’Oro delle Dolomiti

13 July 2018
a cura della Redazione
Tutto pronto per la Coppa d’Oro delle Dolomiti
Le Dolomiti bellunesi sono il teatro della prima prova del Campionato Italiano Grandi Eventi di ACI
In gara molti dei vincitori delle ultime edizioni di una gara che da 71 anni è sulla cresta… delle montagne

Pochi giorni di attesa e Cortina d’Ampezzo insieme agli affascinanti tornanti delle Dolomiti, Patrimonio Unesco, saranno teatro, dal 19 al 22 luglio, della Coppa d’Oro delle Dolomiti. Oggi la Coppa d’Oro, che compie 71 anni, è una gara di regolarità classica che unisce alla bellezza dei percorsi dolomitici il fascino di pezzi unici da collezione della storia del motorismo nazionale e internazionale.
Saranno in gara circa 50 equipaggi nazionali ed internazionali. Molti dei piloti presenti al via hanno già primeggiato a Cortina. Tra loro andranno seguiti con particolare attenzione: Andrea Belometti campione in carica della Coppa d’Oro delle Dolomiti, affiancato da Doriano Vavassori su Lancia Lambda Spider Casaro del 1929, Giovanni Moceri - vincitore l’anno scorso del primo Campionato Italiano Grandi Eventi - che sarà al via affiancato dalla moglie Valeria Dicembre su Fiat 508 C del 1939; Giuliano Canè, plurivincitore della corsa, in gara su Lancia Aprilia del 1938 insieme alla consorte Lucia Galliani, Giordano Mozzi in coppia con la moglie Stefania Biacca su Triumph Tr2 del 1955 e molti altri protagonisti della Regolarità Classica Nazionale e Internazionale.
Questa edizione è la prima prova del Campionato Italiano Grandi Eventi 2018, organizzata da ACI Belluno in collaborazione con Automobile Club d’Italia e patrocinato da ACI Storico. Coppa d’Oro delle Dolomiti, si avvale anche del patrocinio di Regione Veneto, Provincia di Belluno, Comune di Belluno e Cortina Dolomiti. Dopo l’appuntamento per le "verifiche tecniche e sportive", fissato giovedì 19 luglio, nella mattinata di venerdì 20 luglio, in Corso d’Italia a Cortina, si raduneranno gli equipaggi pronti a sfidarsi per due giorni lungo le suggestive strade delle Dolomiti Bellunesi. Nei due giorni di competizione il percorso si snoderà all’interno della regione Veneto, regalando agli equipaggi l’ebbrezza di attraversare montagne di così grande impatto paesaggistico: il Passo Falzarego, il Passo Tre Croci e il Passo Giau, solo per citarne alcune. Sabato 21 luglio le vetture transiteranno a Belluno davanti alla storica sede dell’ACI di Piazza dei Martiri.

Programma
Giovedì 19 luglio sono in programma le verifiche tecniche e sportive all’Hotel Savoia di Cortina, venerdì e sabato le due tappe (con partenze e arrivi a Cortina). Domenica 22 luglio si svolgerà la premiazione alla Conchiglia di Piazza Dibona. Sono ammesse in gara le vetture costruite fino al 1971 compreso.
Il percorso di gara avrà una lunghezza complessiva di km 388,70. Sono previste 60 Prove Cronometrate (P.C.), 8 Prove di Media (P.M.) per un totale di 22 rilevamenti, 10 Controlli Orari (C.O.) e 4 Controlli Timbro (C.T.).
Località attraversate dal percorso
Venerdì 20 luglio Cortina D’Ampezzo, Pocol, Passo Giau, Selva di Cadore, Forcella Staulanza, Forno di Zoldo, Forcella Cibiana, Venas di Cadore, Tai di Cadore, Pieve di Cadore, Domegge di Cadore, Lorenzago di Cadore, S. Stefano di Cadore, S. Pietro di Cadore, Danta di Cadore, Passo S. Antonio, Auronzo di Cadore, Passo Tre Croci, Cortina D’Ampezzo.
Sabato 21 luglio Cortina D’Ampezzo, Pocol, Passo Falzarego, Digonera, Alleghe, Taibon Agordino, Agordo, Forcella Aurine, Mas, Belluno, Sagrogna, Soverzene, Longarone, Termine di Cadore, Perarolo di Cadore, Tai di Cadore, Venas di Cadore, Borca di Cadore, San Vito di Cadore, Cortina D’Ampezzo.
www.coppadorodelledolomiti.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta