a cura della Redazione - 28 novembre 2018

Arezzo Classic Motors: capodanno dei motori storici

La fiera toscana conferma anche nel 2019 la posizione di manifestazione inaugurale del settore. Giunta alla 21ª edizione è ormai un appuntamento fisso per gli appassionati. Attesi oltre 300 espositori nei 20.000 metri quadri di esposizione
  • Salva
  • Condividi
  • 1/7

    Arezzo Classic Motors è un evento che ogni anno attira sempre più visitatori da tutto il Centro Italia: nel 2018 sono stati registrati ben 14.500 ingressi. La kermesse non è più solo per gli appassionati del genere che vengono a cercare pezzi di ricambio come marmitte, fanalini, caschi e tanto altro, ma anche per giovani studenti curiosi di capire come funziona la meccanica del passato per farne tesoro per il futuro e per famiglie che vogliono portare i propri figli a visitare mostre a tema sempre più interessanti e passeggiare tra vetture d’altri tempi come trattori, auto, pullman e moto.
    La società Alte Sfere, organizzatrice dell’appuntamento, ha deciso di ampliare gli spazi dedicati alle mostre a tema tra cui quella sul modellismo tanto apprezzata lo scorso anno. Nei 20.000 metri quadrati espositivi divisi in 7 padiglioni, sono oltre 300 gli espositori presenti. I visitatori che vogliono fare affari potranno contare su una scelta sempre più ampia di prodotti, ma non solo, potranno anche vedere filmati con professionisti di prodezze al volante, acquistare abbigliamento vintage e trovare libri e gadget. Scuderie, registri storici e club si stanno già organizzando per presentare tante interessanti novità.
    Ad Arezzo Classic Motors la cultura del passato automobilistico e la vivacità degli scambi sono grandi protagonisti.
    www.arezzoclassicmotors.it

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Guida all'acquisto