Morgan Midsummer, sogno di mezza estate

Morgan Midsummer, sogno di mezza estate

Sulla base della Plus Six, la Casa inglese in collaborazione con la Carrozzeria italiana ha creato una favolosa barchetta ispirata alle sportive degli anni ’30 e ’40 del secolo scorso. Un’auto che promette grandi emozioni e un contatto diretto con la strada

Alfa Romeo Alfasud Ti: premio fedeltà

Alfa Romeo Alfasud Ti: premio fedeltà

La ben nota sigla di casa Alfa fu usata anche sul modello costruito a Pomigliano. Le attese di tanto nome non furono deluse: la trazione anteriore manteneva fedelmente il carattere dei veri Biscioni

Lancia Strato's: il cuneo magico

Lancia Strato's: il cuneo magico

Nata un po’ “storta”, causa silent-block, divenne la principessa di favole rallistiche. L’eco delle sue vittorie sportive -e del V6- si diffonde ancora oggi per i boschi incantati…

Alfa Romeo Montreal vs Porsche 911 2.4 S

Alfa Romeo Montreal vs Porsche 911 2.4 S

L’italiana all’Expo canadese del ‘67 incarnò il desiderio automobilistico in termini futuribili. La tedesca si basava su doti concrete e fama consolidata, oltre che su uno sviluppo “passo dopo passo”. Divise dal punto di vista commerciale (anche oggi come “storiche”) hanno prestazioni del tutto comparabili e tecniche opposte ma tecnologia confrontabile

Iso Grifo Targa: signorina grandi firme

Iso Grifo Targa: signorina grandi firme

Deriva da una delle più belle GT degli anni Sessanta e si deve, oltre che a Rivolta, patron della Casa milanese, a Giotto Bizzarrini, Giorgetto Giugiaro che la disegnò per Bertone e al carrozziere Pavesi che ne allestì alcuni dei 17 esemplari totali. Tra questo, una prima serie "muso corto" del 1970

Citroën CX: erede al trono

Citroën CX: erede al trono

Diversa da tutte le avversarie dell’epoca, come la DS che sostituisce, la CX chiude il periodo della Citroën “indipendente”. Sintesi della carica innovativa (e contraddittoria) della Casa, aveva (e ha) aerodinamica spinta, confort elevato, ergonomia avanzata

Talbot Sunbeam Lotus: maneggiare con cura

Talbot Sunbeam Lotus: maneggiare con cura

A cosa vi fa pensare una utilitaria a trazione posteriore con motore Lotus? Esatto: una piccola bomba che scoda da tutte le parti ma, gestita da mani sapienti, vincente. Proprio come la Sunbeam Lotus, auto da appassionati puri, che nelle mani di Frequelin e Toivonen regalò al gruppo Peugeot il mondiale Rally prima della 205

NSU Ro 80: la fantasia al potere

NSU Ro 80: la fantasia al potere

L’auto dell’anno nel 1968 è rimasta famosa per il motore Wankel e i problemi che portava nella fase ancora acerba dello sviluppo. Di piccole dimensioni, permise però di realizzare una linea straordinaria

Fiat 100 prototipo (1952): la "mamma" della 600

Fiat 100 prototipo (1952): la "mamma" della 600

Il progetto numero cento del Lingotto portò alla 600. Ha un motore a due cilindri che non però non funzionò, come il cambio a tre marce senza frizione. Ma la linea e le soluzioni tecniche innovative sono rimaste quelle

Porsche 924 Carrera GT - 924

Porsche 924 Carrera GT - 924

La versione più potente delle 4 cilindri che fecero storcere il naso ai puristi, è una Porsche a tutti gli effetti: per prestazioni ed esclusività, oltre che per nascita. Ne hanno fatte poche, ma un vero appassionato del marchio non può farsela sfuggire

Alfa Romeo Alfasud: questione politica

Alfa Romeo Alfasud: questione politica

Un’automobile all’avanguardia, anticipatrice di tutte le berline medie di oggi. Ma è stata anche un paradigma dell’Italia come sarebbe diventata: un ottimo prodotto che si fa una nomea negativa (vedi ruggine) perché usato a fini di consenso elettorale

Lancia Gamma Coupé: questione di stile

Lancia Gamma Coupé: questione di stile

Prodotta in due serie con motori di 2 litri, di 2,5 litri e di 2,5 litri a iniezione, fu la coupé di maggior prestigio nel listino della Lancia fra il 1976 e il 1983

Alfa GT 1300 vs Fiat 124 Sport vs Lancia Fulvia

Alfa GT 1300 vs Fiat 124 Sport vs Lancia Fulvia

Quando i tre marchi principali di casa nostra potevano ancora permettersi di interpretare ognuno una stessa categoria di auto, nacquero altrettanti best-seller. Ciascuno con la sua personalità, la sua clientela e… il suo venditore

Il fenomeno delle "spiaggine"

Il fenomeno delle "spiaggine"

Simpatiche e colorate, le Fiat Nuova 500, 600 e 600 Multipla Jolly sono ideali per yacht, golf e vacanze al mare. Inventate e prodotte dalla carrozzeria Ghia, ebbero successo da Alassio in tutto il mondo. Oggi sono pezzi da collezione

Porsche 911 (964) RS: corsia box

Porsche 911 (964) RS: corsia box

Dopo diciotto anni dalla 2.7 “coda d’anatra” Stoccarda ripropone una RS per uso stradale. E’ in pratica la “Cup” usata per il monomarca, adattata alla circolazione su strada. Pesa 130 kg meno di una Carrera 2, ha una manciata di Cv in più

Opel Ascona e Manta: le Opel che non ti aspetti

Opel Ascona e Manta: le Opel che non ti aspetti

Dopo anni di auto solide e austere, nel 1970 debuttano l’Ascona e la coupé Manta, con la solita affidabilità unita ad aspetto e prestazioni brillanti. E le versioni “400” da Rallye diventeranno auto di culto

La 600 al quadrato

La 600 al quadrato

Sappiamo bene come la Fiat 600 sia stata la prima vettura a motorizzare gli italiani. Però la torinese diventò significativa anche per gli spagnoli, attraverso il marchio Seat, che poterono “godere” di una inedita versione a quattro porte: la 800

Alfa Romeo GT “Unificata”: W l’austerity!

Alfa Romeo GT “Unificata”: W l’austerity!

In nome della crisi petrolifera al Portello uniformano in alto la loro best-seller 1.3. La 1600 diventa optional e il marketing punta su allestimento, comfort e… sicurezza delle prestazioni. Nasce così l'ultima evoluzione della… ex-Giulia GT

Lancia Rally: emozioni senza tempo

Lancia Rally: emozioni senza tempo

Abbiamo guidato uno dei 262 esemplari della Lancia Rally, la versione stradale della gloriosa 037 da gara: in diretta dal posto di guida le sensazioni uniche che è in grado di regalare

BMW 2002 turbo: la capostipite

BMW 2002 turbo: la capostipite

La prima auto con turbocompressore stradale costruita in serie è proprio questa rara BMW: il suo 4 cilindri di 2 litri erogava 170 CV, per una velocità massima di 211 km/h

Volvo P 1800: questione d’immagine

Volvo P 1800: questione d’immagine

Un coupé era quello che serviva alla Casa svedese per smarcarsi dal cliché delle auto robuste ma poco affascinanti. In produzione per oltre un decennio, piacque molto in America, diventando una piacevole hatch-back nella serie finale ES

Lancia Beta Montecarlo: centro sportivo

Lancia Beta Montecarlo: centro sportivo

Linea e proporzioni da sportiva di razza, tecnica di grande serie. La coupé che doveva nascere Fiat completò la gamma Lancia degli anni ’70. E’ stata la prima automobile costruita negli stabilimenti Pininfarina, che realizzò un disegno all’avanguardia

Fiat 128: la rivoluzione dello spazio

Fiat 128: la rivoluzione dello spazio

Trazione anteriore, motore trasversale e ruota di scorta nel vano motore: così ne guadagnano l’abitabilità e la capacità di trasporto bagagli. Il brillante motore di 1100 cc è l’altro fattore di successo

Alpine Renault A 110: fuoribordo

Alpine Renault A 110: fuoribordo

Jean Rédélé credeva fermamente nella validità della disposizione meccanica ‘tutto dietro’ quando fondò l’Alpine. Non tradì mai questo schema, almeno sulle auto stradali, durante l’intera vita del marchio La A110 è il modello che, grazie soprattutto ai prolungati successi sportivi, è diventato il simbolo della Casa francese

Volvo 244 Turbo: cambio carattere

Volvo 244 Turbo: cambio carattere

Squadrata, ingombrante, robusta: sono i tratti somatici della berlina svedese prima di montare il turbo. Poi, nell’inverno del 1980, con la sovralimentazione scopre di poter essere anche veloce

Alfa Romeo Tipo 33 Stradale: la più bella del mondo

Alfa Romeo Tipo 33 Stradale: la più bella del mondo

In occasione di un concorso di eleganza disputato al Goodwood Revival del 2011, la 33 Stradale fu eletta “Auto più bella del mondo”. Ripercorriamo la storia della versione stradale dell'auto che riportò i colori dell'iride al Biscione

Autobianchi Y10 Turbo: prestazioni nascoste

Autobianchi Y10 Turbo: prestazioni nascoste

Il concetto di innovativa eleganza di questa raffinata utilitaria non prevede prestazioni ostentate. Ma, con la sovralimentazione, è veloce quanto una berlina media di allora

Abarth OT 1000 Spider: più unica che rara

Abarth OT 1000 Spider: più unica che rara

Sotto l’aspetto elegante di una Fiat 850 spider si nasconde una vera e propria belva motorizzata dallo Scorpione: un’autentica rarità che abbiamo avuto il piacere di riscoprire

Autobianchi Bianchina Panoramica: spazio alla simpatia

Autobianchi Bianchina Panoramica: spazio alla simpatia

Auto da lavoro ma con finiture e dettagli un po’ civettuoli, la piccola “giardinetta” è stata un best-seller della Casa lombarda. In versione normale o Furgoncino, ha rappresentato l’ideale sintesi tra mobilità da lavoro e da diporto

Lancia Fulvia Coupé: la rivincita

Lancia Fulvia Coupé: la rivincita

La Fulvia coupé nacque per tamponare le difficoltà di vendita della berlina. Grazie al design originale, alle prestazioni brillanti e alle vittorie nei rally, divenne in breve la preferita dai giovani

Opel Omega Lotus: esagerata!

Opel Omega Lotus: esagerata!

Il marchio di Hethel su una berlina da 17 quintali e quasi 400 CV è una contraddizione. Ma a volte gli opposti si attraggono, e la GM, all’epoca proprietaria di Lotus, lo usò per realizzare una berline agli steroidi

Citroën Mehari: fantasia al potere

Citroën Mehari: fantasia al potere

Nata dall’idea di un industriale con il pallino delle invenzioni, la piccola francese dalla carrozzeria in plastica divenne un simbolo degli anni Settanta

Alfa Romeo 75 Turbo Evoluzione

Alfa Romeo 75 Turbo Evoluzione

Per disputare il Mondiale Turismo, la Casa del Biscione produce 500 esemplari con modifiche estetiche e telaistiche. Le prestazioni sono di serie, ma in pista supererà i 400 CV

Matra Simca Bagheera: una poltrona per tre

Matra Simca Bagheera: una poltrona per tre

Nel 1973 la piccola Casa francese presenta un’originale coupé: ha tre posti e la carrozzeria in plastica. Nonostante la meccanica di origini modeste, si ritaglierà uno spazio nel panorama delle piccole sportive

BMW Z1: ritorno al futuro

BMW Z1: ritorno al futuro

È stato il primo frutto di un dipartimento creato per proporre idee per le auto di domani e come produrle. Così ben riuscito da essere subito venduto, nonostante le molte soluzioni innovative anche per l’industrializzazione

Fiat Panda 30: lampo di genio

Fiat Panda 30: lampo di genio

Il momento di sostituire la 126 arrivò in uno dei periodi più problematici, per la Fiat e l’Italia. Uno scoglio duro da superare, che in realtà si trasformò in un successo durato 23 anni

Datsun 240Z: la più amata dagli americani

Datsun 240Z: la più amata dagli americani

Gli amanti delle sportive più compatte esistevano anche negli USA. E apprezzarono molto questa GT progettata nel paese del Sol Levante. Fu presentata al Salone di Tokyo del 1969

Peugeot 106 Rallye: la compatta tutto pepe

Peugeot 106 Rallye: la compatta tutto pepe

“Pura” (e dura) ma alla portata di tutti. Bella (stile Pininfarina) e con un motore semplice ma che tira finto a 7.000 giri. La 106 Rallye ha tutte le carte in regola gli appassionati in cerca di una vera sportiva

Ferrari 288 GTO: adrenalina pura

Ferrari 288 GTO: adrenalina pura

Tanta coppia, erogazione piena fin dai bassi regimi, zero elettronica, gomme relativamente strette: la guida della Ferrari 288 GTO è emozionantissima, ma bisogna saperci fare

Alfa Romeo Junior Z vs Lancia Fulvia Sport 1.3 S

Alfa Romeo Junior Z vs Lancia Fulvia Sport 1.3 S

Simili per concetti, diverse per numeri di produzione, hanno rappresentato il momento più alto della storia della carrozzeria fondata da Ugo Zagato

Volkswagen Golf GTI: la sottile linea rossa

Volkswagen Golf GTI: la sottile linea rossa

La linea rossa che circonda la calandra identifica la capostipite del fenomeno GTI. Nata nel 1976, la prima serie è stata prodotta fino al 1983

Citroen 2CV

Citroen 2CV

Doveva consumare poco e non rompersi mai, avere sospensioni dolcissime e tenere la strada. Per questo la Citroën 2CV era semplice nell’aspetto, ma sofisticata nella meccanica

Alfa Romeo Alfetta: la sportiva di papà

Alfa Romeo Alfetta: la sportiva di papà

Un’elegante berlina per famiglia su un autotelaio che è un concentrato di tecnica sportiva. Così l'Alfetta si presenta nel 1972, la la sua "carriera" proseguirà fino al 1984

Fiat barchetta vs Mazda MX-5: l'università della guida

Fiat barchetta vs Mazda MX-5: l'università della guida

Due spider brillanti, dei favolosi anni '90: più motorizzata la barchetta, più equilibrata e “all’inglese” la MX-5. Validissime entrambe ancor oggi, ma la giapponese è più ricercata, quindi vale di più

Honda NSX: User friendly

Honda NSX: User friendly

Guidando la Honda NSX si capisce immediatamente quanto fosse all’avanguardia. Una supercar per puristi della guida, ma dal comfort fino ad allora sconosciuto alle Gran Turismo

Alfa Romeo 33 Q.V. e Permanent4

Alfa Romeo 33 Q.V. e Permanent4

L’erede dell’Alfasud mantenne l’impronta di berlina sportiva da famiglia. Prestazioni e tenuta di strada di riferimento trovarono lo zenith nella versione a trazione integrale

Fiat Uno Turbo i.e.

Fiat Uno Turbo i.e.

Con la sovralimentazione, l’utilitaria della Casa torinese divenne capace di prestazioni degne di una berlina di alta gamma. Motore potente, peso ridotto, maneggevolezza e dotazioni ne fecero una granturismo alla portata di tutti

Fiat Otto Vu Zagato

Fiat Otto Vu Zagato

In totale ne hanno fatte soltanto 114, ma quasi un quarto di esse sono state carrozzate da Elio Zagato, che da buon pilota ne ha realizzato un’interpretazione 100% GT. Vale a dire le auto tipiche dei gentleman driver dell’epoca

Autobianchi Y10: l'utilitaria chic

Autobianchi Y10: l'utilitaria chic

La capostipite di un modello ancora oggi in produzione è stata un successo grazie a tre ingredienti fondamentali: la praticità di un’utilitaria, una linea fuori dagli schemi e la giusta dose di eleganza, in genere sconosciuta a questo genere di vetture

Fiat City Taxi: la 850 pensata per la città

Fiat City Taxi: la 850 pensata per la città

Il 30 ottobre 1968, al Salone dell’Automobile di Torino, venne presentato questo innovativo prototipo su base Fiat 850. Era coperto da 15 brevetti, ma non entrò mai in produzione