a cura della Redazione - 10 febbraio 2019

Franzoni Auto Divisione Classic, un centro culturale per tutti

La struttura bresciana ospita conferenze tenute da importanti personalità dell’automobilismo storico, aperte a tutti gli appassionati gratuitamente. Le prossime saranno tenute dagli ingegneri Boscarelli e Fumia
Diceva Enzo Ferrari, che la passione per l’automobile, non si può descrivere, bisogna viverla! A Brescia, storica città della Mille Miglia, vi è una nuova realtà che poggia su questa passione. Si chiama Franzoni Auto Divisione Classic e nasce dalla combinazione di una realtà imprenditoriale esistente da oltre 50 anni, la famiglia Franzoni, ( inaugurata dal fondatore Pierino Franzoni e proseguita dal figlio Stefano e dal socio Pierangelo Pasini), unita alla competenza del poliedrico Carlo Carugati, esperto del settore, che si è messo in gioco per questo progetto, ove l’unicità della singola storia delle vetture in collezione ne è un valore aggiunto a quella che è una preparazione fatta con cura ed amore e dove il fattore business non è il fine ma il mezzo per “vivere la passione”.
Partito il progetto a metà 2016, da un anno la “Divisione Classic” ha una sua location che è un Centro Culturale Privato che si apre gratuitamente al pubblico, su invito e prenotazione, per mettere a disposizione la sua collezione di libri, i suoi contatti con storici ed esperti di burocrazia, storia dell’automobile e tappa di raduni per club ed associazioni.
Per festeggiare il primo anno della Divisione Classic si è partiti il 17 gennaio 2019 con un primo incontro dedicato alla Targa Florio con relatore il Presidente del Ferrari Club Brescia Luciano dal Ben, che ha intrattenuto gli ospiti raccontando le sue esperienze personali di guida in questa avvincente competizione a cui partecipò negli anni ’70 alla guida della Fiat 124 Abarth Rally e con la Lancia Stratos.
Sono previste per questo primo semestre altre due conferenze: il 13 aprile sarà la volta dell’Ing. Lorenzo Boscarelli, Presidente dell’A.I.S.A (Associazione Italiana per la Storia dell’Automobile) che parlerà de “Lo stile Pinin Farina dal 1930 agli anni Settanta”.
Il 4 maggio sarà invece la volta dell’ingegnere Enrico Fumia, designer di molte conosciute vetture di successo, tra cui Alfa Romeo 164 e Lancia Y. L’ing. Fumia, oltre a presentare il suo libro “autobiografico” presenterà la storia poco conosciuta e quasi segreta della Ferrari F90, cui sarà dedicato il tema portante della serata: “F90: Ferrari di clausura”.
Per partecipare a questi eventi, ripetiamo gratuiti ma con posti limitati, bisogna inviare una e-mail di richiesta con i propri dati all’indirizzo: divisioneclassic@franzoniauto.it. Per informazioni, telefonare al 338-8890387.
www.franzoniauto.com/divisioneclassic
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Guida all'acquisto