a cura della Redazione - 18 dicembre 2018

L’Aston Martin DB4 GT Zagato è stata la best-seller nell’anno record di Bonhams

Venduta per oltre 11 milioni di euro all’asta organizzata al Festival of Speed di Goodwood. Ma non sono mancati altri “record” di marca e modello, in un totale di 23 appuntamenti compresi quelli per sole moto

Con l’asta di Bond Street tenutasi il 1° dicembre scorso si è chiusa anche la stagione 2018 di Bonhams. Per la casa d’aste inglese, la più antica del mondo, è stato un anno di grandi soddisfazioni, segnato da numerosi record e con ben 23 appuntamenti in calendario, di cui cinque riservati alle moto. Nel ricco calendario della stagione appena conclusa è emerso ancora una volta l’appuntamento con il Festival of Speed di Goodwood, dove è stata aggiudicata l’Aston Martin DB4 GT Zagato “2VEV” del 1961: il nuovo proprietario l’ha fatta sua per la bella cifra di circa 11,2 milioni di euro, facendone l’auto britannica di maggior valore mai venduta in Europa. Nella stessa occasione si è raggiunto il record per la BMW 507 Roadster: l’esemplare che fu di “Big” John Surtees (del 1957) è stato venduto per poco meno di 4,250 milioni di euro. Altro pezzo forte dello stesso appuntamento era l’Alfa Romeo Tipo B da gran premio (1932) che ha raggiunto 5,1 milioni di euro circa. Un’altra BMW 507, stavolta una 3.2-Litre Roadster seconda serie del 1958, a quanto pare appartenuta allo stesso conte Albrecht Graf von Goertz, cioè colui che disegnò il modello, è stata protagonista all’asta del 1° dicembre a Londra Bond Street, aggiudicata per l’equivalente di circa 2.632.000 euro.
Uno dei vertici della stagione di aste della Casa inglese si è raggiunto con la vendita della intera Den Hartogh Collection, che ha messo in moto un vero tam-tam tra collezionisti Ford di tutto il mondo. La raccolta olandese di auto dell’ovale blu, fatta di decine e decine di pezzi divenuti lotti di un catalogo monotematico, è andata interamente venduta nell’incanto organizzato all’interno dello stesso “museo”; la più desiderata è stata una Model B del 1905, aggiudicata per 419.750 euro.
Il 2018 era partito subito bene per il business di Bonhams a gennaio, con la tradizionale asta di Scottsdale dove tra i lotti aveva primeggiato una Porsche 550 A Spyder del 1958, aggiudicata per la notevole cifra di 5.170.000 dollari, l’equivalente di circa 4,55 milioni di euro. Nello stesso evento si era distinta anche una rarissima Ferrari 365 Daytona Spider, venduta per l’equivalente di 2,3 milioni di euro.
È stato anche l’anno del GP storico di Monte-Carlo, che ha cadenza biennale come le aste che completano il programma del già ricco fine settimana monegasco. Per l’occasione gli uomini di Bonhams hanno creato un catalogo a tema, nel quale spiccavano due monoposto di Formula 1 guidate dal Re del Principato in termini sportivi, cioè il compianto Ayrton Senna che vinse sei volte nel toboga monegasco: la Toleman TG184 con cui debuttò in F1 (venduta a 1.610.000 euro) e la McLaren MP4/8 del 1993 con cui vinse per l’ultima volta nel 1993 (4.197.500 euro). Quest’ultima pare sia stata acquistata nientemeno da Bernie Ecclestone, per completare la sua favolosa collezione di monoposto. E c’era anche la monoposto degli esordi di Ronnie Peterson, la Tecno 693 di F3. La Toleman e la Tecno sono state entrambe pubblicate su Automobilismo d’epoca, rispettivamente nei fascicoli di maggio e ottobre 2018.
Il dipartimento motori di Bonhams è molto attivo anche nel settore motociclistico: da segnalare a tal proposito la vendita, nell’incanto tenutosi presso il Barber Museum in Alabama, della Husqvarna 400 Cross del 1970 appartenuta a Steve McQueen che la guidava in alcune scene del cult-movie “On any Sunday”: è stata venduta per la bella cifra di 230.500 dollari (oltre 202.000 euro).

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Guida all'acquisto